San Teodoro

San Teodoro si trova lungo la costa orientale della Sardegna e vi si trovano 18 spiagge di sabbia bianca bagnate da un mare cristallino.

Quando si visita San Teodoro, non si può far altro che innamorarsene. Grazie alle attrazioni di un paese di quasi 4000 abitanti, ma anche grazie alla sua posizione strategica ad una ventina di chilometri da Olbia, che consente ai turisti di fare un bellissimo giro tra le località più rinomate della Sardegna.

Una località davvero adatta agli amanti del mare, ma anche a coloro che vogliono conoscere le tradizioni dei piccoli paesi che nascondono una grande storia.

San Teodoro è un’ottima meta per le vacanze con bambini, ma anche per chi cerca relax e per i ragazzi, in quanto negli immediati dintorni ci sono diverse discoteche. Non ci si annoia mai, considerate tutte le attrazioni che gravitano intorno a San Teodoro, ma al contempo tenendo presente il fatto che sarà una vacanza molto rilassante e rilassata: non dovremo fare i conti con il pienone e con lo “sgomitamento” per tentare di accaparrarci un posto in spiaggia. Di sicuro San Teodoro è una buona idea tutto l’anno, anche nel pieno delle vacanze estive.

Cosa fare e vedere a San Teodoro

Non mancano assolutamente le attrazioni turistiche e le cose da vedere a San Teodoro: non solo per quanto riguarda il tipico e caratteristico giro nel paese e tra i suoi negozietti, i suoi vicoli e i suoi abitanti, ma anche per quanto concerne le vere e proprie attrazioni che caratterizzano questa località.

Il paese si sviluppa attorno alla Chiesa di San Teodoro di Amasea, eretta nel XVIII secolo, è caratterizzato dall’architettura tradizionale della bassa Gallura e offre al turista strutture ricettive di primo ordine, numerosi servizi turistici e una vivace vita notturna tra cui un famoso mercatino di artigianato sardo che di sera anima le vie del centro.

Nel centro di San Teodoro si trova anche un’opera di Luigi Castiglioni, illustratore e pittore d’avanguardia, un murale raffigurante un paesaggio marino fantastico dai cromatismi delle coste e dei fondali marini nei dintorni.

Trenino Teodorino

Una cosa da fare assolutamente a San Teodoro, pur essendo legata esclusivamente alla stagione calda,
che è quella durante la quale la cittadina viene visitata maggiormente, è salire a bordo del Trenino Teodorino, un nome e una garanzia per un viaggetto turistico alla scoperta di tutte le bellezze del paese: un servizio molto sfruttato che inizia il 10 giugno di ogni anno e si conclude intorno a metà settembre.

Il viaggio non comprende solo un giro a San Teodoro, ma anche uno speciale passaggio passando per le spiagge più famose del territorio, tra le quali ovviamente è indispensabile menzionare Cala d’Ambra. Si ritorna indietro passando per la spiaggia della Cinta, dove i turisti possono anche fermarsi per una sosta a base di sabbia bianca e mare turchese chiaro che sembra immobile, tutto da ammirare e fotografare. Un ricordo da custodire.

Battello di San Teodoro

Se invece desideriamo spostarci un po’ da San Teodoro per respirare un’altra aria, ottima idea nel caso di una lunga vacanza, è possibile salire a bordo dello storico battello di San Teodoro: sarà un’escursione di cui si può scegliere la lunghezza pur essendoci, ovviamente, un itinerario già stabilito, per osservare le bellezze del territorio, la flora e la fauna dello Stagno di San Teodoro, che si trova subito dietro la spiaggia La Cinta.

E’ una gita particolarmente consigliata per gli amanti dei pesci, dell’aviofauna e della flora marittima: si potrà osservare molto da vicino lo splendore dell’area marina protetta di San Teodoro e dintorni.

Isola di Tavolara

Particolarmente adatta a chi non cerca l’attrazione turistica in sé ma un luogo rilassante dove godersi a pieno la vacanza, l’isola di Tavolara è facile da raggiungere direttamente dal centro di San Teodoro.

Non ci vuole troppo impegno per programmare una giornata che comprenda una bellissima gita nell’isola, perché sarà sufficiente prendere il traghetto da Porto San Paolo. I fondali dell’isola sono molto ricchi, la flora e la fauna significativi e rari, da essere stati ammessi nella lista delle aree marine protette del territorio.

Biglietti e orari del traghetto

Nel corso dei mesi estivi le partenze in traghetto dal porto sono continue, perciò non dovrete preoccuparvi di non arrivare in tempo o di non trovare traghetti, anche a Ferragosto. Il traghetto è gratuito per i bambini di età inferiore ai tre anni, e a prezzo ridotto fino ai 18 anni. Il biglietto intero ha un costo di 16 euro.

Le spiagge

L’asso nella manica di San Teodoro sono, ovviamente, le spiagge: se ne possono vedere tantissime, una più bella dell’altra, la rappresentazione del mare della Sardegna, così limpido e celeste da sembrare finto e quasi trasparente, dove ci si potrebbe specchiare.

Tra le spiagge più belle troviamo La Cinta, vicino al paese, l’Isuledda, baia Salinedda, Le Farfalle, la Suaraccia, Cala d’Ambra, Lu Impostu e Cala Brandinchi oltre alle cale del promontorio di Capo Coda Cavallo e a Cala Girgolu dove solo le rocce granitiche a rendere il paesaggio unico e irresistibile.

La Cinta

La spiaggia più importante di San Teodoro è sicuramente La Cinta, dove tutti i turisti si riversano durante tutte le stagioni dell’anno (chi non conosce la bellezza del mare d’inverno?). Una spiaggia anche a misura di bambino e piuttosto economica, alla portata di tutti.

Sulla riva, tralasciando il mare incantevole, è presente anche un bistrot di buon livello, non troppo costoso, a cui appoggiarsi per mangiare, riposarsi e un po’ e poi riprendere se necessario a godersi il sole e lo splendido mare.

Da considerare anche l’aspetto dell’acqua piuttosto bassa in alcuni punti, ottima, come detto, per i più piccoli che potranno giocare in tranquillità senza risparmiarsi la bellissima sensazione di entrare in acqua proprio come gli adulti.

Per chi viaggia con i bambini, la scelta della spiaggia La Cinta potrà essere la migliore in assoluto, anche in considerazione della vicinanza con San Teodoro.

Isuledda

La seconda spiaggia in ordine di importanza ma non di bellezza è sicuramente quella dell’Isuledda, con un mare a dir poco eccezionale. Essendo meno conosciuta rispetto ad altre spiagge vicine, è un luogo tranquillo dove rilassarsi ma anche divertirsi in acqua; è presente un piccolo ed elegante bar con tanto di gazebo dove sostare e fare colazione godendosi lo splendido panorama.

Il parcheggio è gratuito e rilassarsi sotto l’ombrellone è economico, perciò è una buona scelta anche sotto questo punto di vista.

Dove dormire a San Teodoro

  • Hotel Onda Marina: la sua distanza molto ravvicinata con la famosa spiaggia La Cinta lo rende molto apprezzato, perché dopo un lungo sonno ristoratore la cosa migliore è fare pochi passi e trovare una delle spiagge più famose del territorio. La struttura offre connessione Wi-Fi, e mette a disposizione camere familiari. Il parcheggio gratuito è un grande punto a favore di questo albergo, tra i più noti della zona, e neppure troppo costoso.
  • Hotel Esagono: un’ottima scelta, considerando che sembra un hotel di gran lusso ma con prezzi convenienti. Ha una splendida vista mare ed una piccola piscina idromassaggio, oltre ad una piscina di dimensioni maggiori. Il parcheggio è gratuito e il Wi-Fi è a disposizione degli ospiti. Sono presenti anche un bar e un ristorante; all’interno della struttura sono anche ammessi gli animali.
  • Hotel La Palma: si trova anch’esso vicino alla spiaggia La Cinta, e mette a disposizione dei suoi ospiti il Wi-Fi gratuito e il parcheggio gratuito; in camera TV e i comfort di cui i clienti hanno bisogno. La colazione è molto ricca e questo albergo, per questa e tante altre ragioni, diventa un punto di riferimento per tutti coloro che scelgono di alloggiare a San Teodoro.

Mappa

Alloggi San Teodoro

Cerchi un alloggio a San Teodoro?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a San Teodoro
Mostrami i prezzi