Porto Torres

Nel golfo dell'Asinara, lungo la costa tra Stintino e Castelsardo si trova Porto Torres, uno dei centri principali della parte nord della Sardegna.

Porto Torres è una famosa località sarda situata in provincia di Sassari che conta 22 mila abitanti, dato che la piazza al tredicesimo posto tra le cittadine della Sardegna. È molto amata dai turisti, attraversata da alcuni fiumi e ricca di spiagge da sogno, bellissime e apprezzate non solo dagli italiani ma anche dagli europei. È una delle mete favorite per chiunque voglia visitare la Sardegna.

Importante colonia Romana fondata presumibilmente da Cesare nel 46 a. C. su un’insediamento fenicio, Porto Torres è da sempre un importante scalo commerciale, vocazione chiara sin dal suo toponimo. Numerosi nuraghi e necropoli sono presenti nell’area turritana a testimonianza della presenza umana sin dall’antichità.

Cosa vedere

Non solo un bel mare e tradizione sarda, ma anche una moltitudine di attrazioni turistiche, soprattutto per chi ama la cultura vera e propria di una cittadina. Musei e basiliche, per chi vuole davvero immergersi nella quotidianità di un luogo e dei suoi abitanti: anche questo è Porto Torres, e dopo aver visitato le spiagge del territorio, non si può non andare a vedere tutte queste attrazioni turistiche.

A Porto Torres si trovano il più grande edificio Romanico della Sardegna e diversi complessi archeologici tra cui le Terme Maetzke, il Ponte Romano, la chiesa di Balai, il nuraghe Margone, il Minciaredda e il nuraghe Nieddu. Le antichità romane sono la principale attrattiva della città e numerosi reperti archeologici sono esposti al Museo Antiquarium Turritano.

Basilica di San Gavino

La prima cosa da vedere a Porto Torres è sicuramente la Basilica di San Gavino. Dall’aspetto maestoso e immerso nella natura, già soltanto guardandola dall’esterno rapisce i cuori degli appassionati delle strutture antiche e di archeologia, ma non è tutto; all’interno, tra statue, statuine, finestre ed affreschi ci si potrà perdere tra i corridoi.

Gli ingressi sono laterali e questo rispecchia pienamente lo stile antico che contraddistingue questa struttura. Non per niente, questa cattedrale è la più antica di tutta la Sardegna, ed è una tappa fondamentale di un viaggio a Porto Torres, soprattutto per coloro che apprezzano lo stile romanico.

Da considerare anche l’idea di usufruire di una guida turistica, per capire veramente la storia e le vicende della Basilica di San Gavino.

Altare Monte d’Accoddi

Seguendo i cartelli immersi nella campagna di Porto Torres si raggiunge l’Altare Monte d’Accoddi. Essendo un luogo molto apprezzato dai turisti, ora il percorso è tappezzato di alberelli e simpatiche decorazioni, per fare il percorso in tranquillità anche in compagnia di bambini.

Lo stile è sempre lo stesso e sembrerebbe quasi quello delle famose ziqqurat della Mesopotamia, per la forma e per le rocce utilizzate. Il sito chiude alle 18, perciò bisogna scegliere un orario adatto per la visita, soprattutto per via del fatto che durante gli orari di punta, essendo aperta campagna, fa molto caldo e diventa faticoso raggiungere la meta.

Museo Archeologico Nazionale Antiquarium Turritano

Sempre in stile romanico, questo museo è bellissimo da visitare e adatto per conoscere la storia del territorio e non solo. Quello che stupisce davvero è l’organizzazione, con dépliant che aiutano a comprendere come inoltrarsi lungo le varie stanze del museo archeologico, guide turistiche davvero esperte che sanno di cosa parlare e come farlo, ed in generale la gestione del flusso di turisti che arriva per visitare l’attrazione.

La visita in compagnia delle esperte guide turistiche non dura più di due, perciò può essere un ottimo passatempo pomeridiano dopo aver trascorso la mattinata in riva al mare.

Le spiagge

Per quanto concerne le spiagge, a Porto Torres ce ne sono di diverse, e sono tutte magnifiche. Non bisogna focalizzarsi su un’unica spiaggia, ma bisogna assolutamente fare un giro panoramico e trascorrere le giornata di vacanza nelle diverse spiagge, per poter assaporare al meglio le potenzialità di questo territorio, che sa offrire non solo cultura, storia e tradizione, ma anche splendidi panorami.

Spiaggia di Balai

Una delle prime spiagge scelte dai turisti quando approdano a Porto Torres è la spiaggia di Balai, tra le più grandi della zona. Due parcheggi grandi con prezzi convenienti rendono ancora più adeguata la scelta di Balai;

Divieto di fumo: a Balai si osserva il divieto di fumare in spiaggia, un divieto rarissimo da trovare in riva al mare e che ha guadagnato consensi e dissensi in egual misura.

Spiaggia di Scoglio Lungo

La spiaggia di Scoglio Lungo è un’altra splendida spiaggia di Porto Torres: si trova nei pressi del porto e per questo motivo può essere anche una buona scelta strategica se poi si vuole fare un’escursione in nave dopo averla visitata.

La spiaggia è bellissima e molto funzionale, inoltre non è di dimensioni esagerate e per questo si può scegliere di visitarla nei momenti in cui è poco affollata, per godersi un luogo intimo e rilassante, in compagnia del rumore delle onde.

Spiaggia delle Acque Dolci

La storia della spiaggia delle Acque Dolci di Porto Torres è davvero interessante: tanto tempo fa era semplicemente un luogo in riva al mare pieno di sassi e di scogli ma, l’allora sindaco della cittadina decise di farne un punto ulteriore di forza per il turismo.

Oggi la spiaggia delle Acque Dolci vanta tutti i servizi tra cui bagnini, noleggio ombrelloni e lettini, un bar e dei ristoranti, oltre naturalmente ad un panorama stupendo.

Perché scegliere Porto Torres per un soggiorno

Chi ama la storia, gli antichi monumenti e le antiche strutture, non potrà che scegliere Porto Torres per una vacanza in Sardegna. È inoltre una cittadina consapevole del suo potenziale, che sa bene come gestire il grande turismo che la travolge durante la bella stagione.

Escursioni da Porto Torres

A Porto Torres si è nei dintorni della Riserva Naturale dell’Asinara, che si può visitare senza problemi e senza allontanarsi troppo dal proprio hotel. Oltre a questo, le gite in barca sono le più accreditate: dopo il tour, i più avventurosi potranno intraprendere il tour del windsurf, imparando a tu per tu con gli esperti questa disciplina che attira in particolar modo i giovani e i giovanissimi.

Dove dormire a Porto Torres

  • Hotel Balai: Come è facile comprendere, questo albergo deve il suo nome alla famosa spiaggia meta di quasi tutti i turisti che visitano Porto Torres. Dista infatti soltanto pochi minuti da Balai, in modo da scendere subito dopo la colazione e andare a godersi la spiaggia. Il parcheggio è gratuito, così come la connessione Wi-Fi. La navetta aeroportuale è a disposizione, e in ogni stanza si può trovare l’aria condizionata.
  • Hotel Libyssonis: A pochi passi dal porto, questo albergo con gli arredamenti in perfetto stile sardo è la scelta adatta per tutti i turisti più esigenti, in particolar modo per coloro che amano portare in vacanza gli animali domestici. La connessione Wi-Fi è gratuita così come il parcheggio; dopo una faticosa giornata in spiaggia e tra un’escursione ed un’altra, ci si può anche riposare e fare una ricca cena nel ristorante dell’albergo.
  • Hotel Elisa: L’Hotel Elisa è tra i più funzionali di Porto Torres per via delle sue camere con scrivania, asciugacapelli, set di cortesia e tutto ciò di cui si ha bisogno per una vacanza che ricordi il più possibile la routine di casa. Il ristorante incluso è specializzato nell’elaborazione delle ricette tradizionali e perciò si potranno gustare i sapori sardi. È un’ottima scelta per tutti coloro che cercano organizzazione e funzionalità anche in vacanza.

Mappa

Alloggi Porto Torres

Cerchi un alloggio a Porto Torres?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Porto Torres
Mostrami i prezzi