Sassari

Tra i centri urbani più interessati della Sardegna troviamo Sassari e il suo pittoresco centro storico che presenta elementi architettonici medievali, romanici, gotici, rinascimentali e barocchi, ricco di edifici religiosi, molto belli il Duomo di San Nicola, la chiesa di Santa Maria di Betlem e la chiesa di Sant’Apollinare, la più antica della città, eleganti palazzi, tra cui alcuni rari esempi di architettura rinascimentale sarda, e, su Corso Trinità, un tratto della cinta muraria distrutta nel XIX secolo.

La piazza principale è la monumentale Piazza Italia, circondata da palme e su cui si affaccia il neogotico palazzo Giordano, e, poco lontano, si trova la principale attrazione cittadina, il Museo Sanna, il secondo polo archeologico della Sardegna dopo la Cittadella dei Musei di Cagliari. Interessante anche la Fonte Rosello, una fontana di marmo costruita agli inizi del XVII secolo e ornata di statue. Intorno al nucleo antico e alle sue tortuose stradine si trova la zona nuova con ampie strade ortogonali e vaste piazze.

Appena fuori Sassari, sul Monte d’Accoddi, si trova un importante complesso nuragico che custodisce un altare megalitico, unico per la sua forma che ricorda quelli presenti nei santuari della Mesopotamia.

Le spiagge della provincia di Sassari sono caratterizzate da sabbia finissima e un mare color smeraldo. Tra tutte da non perdere la meravigliosa spiaggia La Pelosa, a Stintino.

Sassari è ben collegata con l’Italia grazie all’aeroporto di Alghero che si trova a soli 30 chilometri dal centro città.

Duomo di San Nicola

Tra le strutture religiose più interessanti di Sassari troviamo il duomo di San Nicola, un imponente edificio dall’architettura poco coerente ma pregevole. Già presente in alcuni documenti del 1135, il duomo mantiene dell’originario stile romanico solo i 4 ordini superstiti della torre campanaria, gli elementi più antichi che si possono ammirare. Nel 1756 il campanile venne infatti sopraelevato e sormontato con una piccola cupola.

Ampliata tra la fine del XIII secolo e l’inizio del XIV secondo gli stilemi architettonici del gotico-catalano, la cattedrale subì nel seicento grossi interventi di ristrutturazione. A quel periodo risale la facciata in stile barocco, a 3 ordini, visibile oggi.

Museo Sanna

Tra le più importanti realtà museali della Sardegna troviamo il Museo archeologico nazionale Giovanni Antonio Sanna, ospitato all’interno di un palazzo che ricorda un tempio classico realizzato tra il 1926 e il 1932 in pieno centro.

I reperti, esposti in 7 sale simmetriche tipiche della concezione museale dell’800, coprono un lasso di tempo che va dalla preistoria all’età classica con una sezione particolarmente ricca dell’epoca nuragica di cui sono proposte interessanti ricostruzioni delle due tipologie costruttive, a corridoio e a tholos. Interessanti anche la sezione dedicata alla foresta pietrificata dell’Anglona e la sala dedicata all’importante tempio prenuragico di Monte d’Accodi.

Il nucleo di partenza del museo furono i 250 elementi della collezione privata del concessionario delle miniere di Montevecchio Sanna e i reperti provenienti dai primi scavi dell’inizio dell’Ottocento nel sito della colonia romana di Turris Libisonis a Porto Torres.

Dove dormire a Sassari

Per vedere tutte le strutture e prenotare un alloggio a Sassari utilizza il form seguente, inserendo le date del soggiorno.

Dove si trova Sassari

Vedi gli Hotel in questa zona

Approfondimenti su Sassari

Stintino
In evidenza

Stintino

Stintino, situata al nord-est della Sardegna, è una meta turistica di primo livello grazie alla storia che la circonda e alle sue magnifiche spiagge.
Leggi tutto
Spiaggia della Pelosa

Spiaggia della Pelosa

Isola dell’Asinara

Isola dell’Asinara

Aeroporto di Alghero

Aeroporto di Alghero

Castelsardo

Castelsardo

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Località nei dintorni

Condividi